Post

Ingegnere, Progettista, Artista, Maestro

Immagine
Nicola Materazzi è uno dei più importanti ingegneri e progettisti italiani in campo automobilistico. Progettò auto come la Ferrari testarossa, o la 412 GT, la 208 Turbo, ma tra le più importanti abbiamo la Ferrari 288 GTO Evoluzione, la Lancia Stratos e la Ferrari F40.

La ferrari 288 GTO Evoluzione, nata per il Gruppo B, era dotata di un motore 2.9 V8, ospitato da un telaio tubolare in acciaio, 650 Cv, peso di 950 kg, qualcosa di impressionante. Da essa nacque poi la Lancia LC2, che gareggiò nel campionato sport-prototipi.


Altro grande progetto dell'ing. Materazzi fu la Lancia Stratos, di cui già si è parlato. Un'auto che fu un successo sotto ogni punto di vista. Un trionfo pèure nel mondo delle competizioni rally, dato che la Stratos portò a casa ben 3 campionati costruttori e un titolo piloti, con il grande Sandro Munari.


E poi c'è lei, quella che in molto considerano tutt'oggi la migliore ferrari mai creata, la F40, tutta opera dell'ingegnere, che ne curò ogni a…

Alfa Romeo 158

Immagine
Nel 1950 si tenne la prima edizione del Campionato Mondiale di Formula 1. La prima gara si tenne in Gran Bretagna, nel circuito di Silverstone. Delle scuderie italiane parteciparono Alfa Romeo, con Nino Farina, Juan Manuel Fangio, Luigi Fagioli e Reg Parnell, alla guida dell'Alfa Romeo 158, e Maserati, la Ferrari non vi prese parte causa scarso ingaggio offertole. Fu un grande successo per Alfa, che occupò le prime quattro posizioni con tutt'e quattro le vetture in gara.


Primo posto a Nino Farina. Nel Gran Premio di Monaco, tenutosi una settimana dopo, arrivò un altro successo per il Biscione grazie all'argentino Fangio, mentre il 2° e il 3° posto andarono rispettivamente alla Ferrari Alberto Ascari e alla Maserati di Louis Chiron.


Vi fu poi la 500 Miglia di Indianapolis, disertata in massa dai piloti europei, che avevano da poco partecipato alla gara tenutasi a Montecarlo. Fu dunque proprio questa l'unica gara che l'Alfa non vinse. Infatti le successive quattro ga…

Breve storia di una leggenda scomparsa

Immagine
Fondata nel 1977 da Sir Frank Williams e Sir Patrick Head, la Williams è una delle più importanti scuderie della storia della Formula 1. Dopo la sua nascita, non ci mise molto ad arrivare al primo successo, che ottenne nel 1980 con titolo costruttori, obiettivo raggiunto anche l'anno dopo, e titolo piloti in mano all'australiano Alan Jones alla guida della FW07.


Anni dopo, la FW11 e la FW11B portarono a casa un titolo costruttori una e sia il titolo costruttori che il titolo piloti l'altra, rispettivamente nel 1986 e nel 1987. Nell'87, ottenne il titolo iridato con la casa inglese il campione Nelson Piquet.


Vi furono poi 3 anni di vittorie di fila:
1992,  titolo costruttori e piloti con Nigel Mansell a bordo della FW14B;


1993, titolo costruttori e piloti con Alain Prost alla guida della FW15C;



1994, titolo costruttori con la Williams FW16, guidata all'inizio della stagione dalla Leggenda Ayrton Senna, che perse la vita l'1 Maggio di quell'anno a Imola, in s…

Alfa Romeo 164 ProCar

Immagine
Di esperimenti, prototipi, esercizi di stile e tecnica in casa Alfa ne sono passati tanti, fra questi abbiamo l'Alfa Romeo 164 ProCar.


L'Alfa Romeo V1035 fu il motore V10 da competizione realizzato nella metà degli anni '80, installato, tra i tanti prototipi da corsa, anche nella 164.


Realizzato dall'ing. Pino d'Agostino, si tratta di un motore 3.5 erogante circa 620 Cv a circa 13.300 giri/min, velocità massima circa 350 km/h, 0-100 in soli 2,1 secondi, all'epoca prestazioni del genere le si poteva ottenere solo con una Formula 1, impressionante.


 Era un capolavoro d'ingegneria destinato a correre nel Campionato Production Car, al quale era interessata anche la casa automobilistica francese della Peugeot. il problema, però, erano le spese, pari a quelle della F1, ma ovviamente non vi era lo stesso ritorno d'immagine, per cui non vi fu alcun interesse di partecipare da parte di tutte le altre case. La 164 ProCar non poté mai dimostrare, dunque, il vero p…

Futura nostalgia

Immagine
Uno dei miei rimpianti è non aver vissuto le epoche gloriose dell'automobilismo, non aver visto trionfare l'Alfa 155 nel DTM all'inizio degli anni 90, non aver potuto esultare alle innumerevoli vittorie della Lancia Delta nei rally, non aver mai visto le lotte tra Ayrton Senna e Alain Prost tra gli anni 80 e 90. Mi capita spesso di provare una grande nostalgia per tempi che non ho vissuto, e pensando a certe gare, a certe macchine, a certi piloti, provo una certa malinconia. Ma in questi giorni, mi sono posto una domanda: fra un bel po' di anni, proverò mai nostalgia per qualcosa di questi anni? La risposta è sì, per fortuna c'è qualcosa di quest'epoca che mi mancherà. Per esempio? 


La Ferrari 488 GTB. Capolavoro di Maranello montante un motore V8 bi-turbo da 670 CV a 8000 giri/minuto. Al salone dell'automobile di Ginevra, nel 2018, fa la sua prima apparizione la 488 Pista. 720 CV a 8000 giri/minuto, peso che passa a 1280 kg, velocità massima oltre i 340 k…

Mondiale F1 2007

Immagine
Presentata il 14 Gennaio 2007, la Ferrari F2007 fu la quindicesima monoposto della casa di Maranello a conquistare il titolo costruttori del mondiale di Formula 1.

La stagione cominciò subito bene per la Rossa, con il dominio del finlandese Kimi Raikkonen nella prima gara dell'anno che si tenne, come di consueto, a Melbourne, Australia. Il secondo posto andò a Fernando Alonso, pilota McLaren, che riuscì a posizionarsi davanti al suo compagno di squadra Lewis Hamilton, terzo.

In Malesia, dopo una lotta McLaren- Ferrari, fu il team inglese ad avere la meglio, con Alonso al primo posto, Hamilton secondo e Raikkonen terzo. Questi ultimi due ottennero le stesse posizioni anche nel gran premio successivo, in Bahrein. Ottimo per Hamilton e Alonso, rispettivamente secondo e terzo, il weekend spagnolo, che fu per il ferrarista negativo, che si vide costretto al ritiro per un problema elettronico.

Non ottenne un buon risultato neanche a Monaco. Avendo avuto un problema durante le qualifi…

Storia della Leggenda - 10 foto su Michael Schumacher

Immagine
Belgio 1992, l'inizio di una storia stupenda, il primo bagliore di luce di una delle più importanti stelle della Formula Uno. Qui, a bordo della sua Benetton B192, Michael Schumacher sale per la prima volta nella sua carriera in F1 sul gradino più alto del podio. Questa vittoria sarà solo la prima di una lunghissima serie.


Due anni dopo, subito il grande successo. Ciò che già si presagiva da tempo, diventa realtà: Michael Schumacher è, per la prima volta, campione del mondo. Così giovane, ma già così forte. È l'inizio di qualcosa di grandioso.


Una delle migliori accoppiate della storia della Formula Uno, Schumacher - Ferrari, nasce nel 1996. La prima Rossa guidata dal tedesco è la Ferrari F310. Con essa non raggiunge subito il successo, ma i risultati sono comunque ottimi, portandosi al 3° posto nella classifica finale, dietro a Damon Hill e Jacques Villeneuve.


Ed ecco che, a Suzuka, nel 2000, arriva il primo mondiale targato Ferrari per Michael. Dopo quattro anni, il tedesco…